.
Annunci online

 
parzialmentesklerati 
Perchè nella botte piccola c'è poco vino
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Piccio | Mahem | Tommy | Nitro | Lomo | Concerti |
 
Diario
1visite.

19 dicembre 2005

ALUNNI AL MACELLO

Sono a scuola appoggiato al banco stanco non riesco a stare fermo mi giro di fianco ho gli occhi viola non ho dormito stanotte ieri volevo  studiare ma alle 2 e mezza rotte la rotta di un tonno era diretta al mio citofono e in quattro e quattr’otto mi convince in un monologo. A lasciar perdere la storia capisco che ho voglia di fare skate volo in strada come una foglia. Ho varcato quella soglia l’entusiasmo mi ha pigliato ho soltanto fino a sera spensierato ho trascurato. Gli imperatori di Roma insomma non ci ho pensato ma dalle esperienze ho capito che sono sfigato. Lo sento lo capito il prof mi ha gia sgamato smetto di pensare al Clito e bestemmio contro il fato.

Apre il registro con volto sinistro misto a sadicità mi guarda e dice “vieni qua!!”

 

 

E’ inutile che spero tanto becca sempre me

guardo in faccia il mostro e sclero la sua arma è un rosso tre

 

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia

 

Mi alzo dalla sedia e scaturisce la fonte il sudore fa una pellicola sulla mia fronte mi sento sbranato dai  serpenti tipo lacoonte ma non penso alla morte non mi butto dal ponte mi avvicino alla lavagna il sudore mi bagna i compagni bastardi mi sfottono in una continua lagna il mostro mi squadra manco fossi una cagna pronto a dovermi menare per l’aia sono teso quanto la corda di un basso avanzo e indietreggio passo dopo passo aumenta il desiderio di scagliargli addosso un sasso per portare fortuna do una frullata al cazzo il mostro di storia mi da del pazzo per il modo in cui mi vesto mi impiccherebbe a un razzo o mi scaglierebbe giù da un lazzo solamente perché mi distinguo dal mazzo

 

 

E’ inutile che spero tanto becca sempre me

guardo in faccia il mostro e sclero la sua arma è un rosso tre

 

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia

 

No non mi freghi bello penso mentre quello si alza dal suo barcollante sgabello a noi due le  parole tue non farebbero paura nemmeno a un bue non mi spezzo non mi piego il quattro e mezzo non lo nego voglio almeno sette anche se qui la tensione si taglia a fette mette mano sul mio banco strette le palle per non apparire stanco allora l’ hai capita la morale se a qualcuno stai sul cazzo anche un profe poco male rimani sempre in stile fai salire la bile ma non trasalire stai normale tranquillo arzillo come Martufello a bello!! Mi stai sul cazzo hai colto il razzo mi credi pazzo dai muovi le labbra reggi il mio andazzo veloce efficace tenace sagace quindi lasciami in pace e se vuoi partire non tornare stai lontano piano piano nel tuo deretano arriva un calcio strano mano a mano tu sul piano voli come un aeroplano come su calci in culo e se non prendi la coda strappala e vaffanculo     

 

E’ inutile che spero tanto becca sempre me

guardo in faccia il mostro e sclero la sua arma è un rosso tre

 

 

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia

Alunni al macello sotto le fauci del profe di storia




permalink | inviato da il 19/12/2005 alle 16:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

19 dicembre 2005

20/03/2003

20/03/2003

Accendo la tv

20/03/2003

le bombe piovon giù

18.000 in

manifestazioni giù in città

20/03/2003

ma non ci ascolteran

 

mesi di bandiere arcobaleno sui balconi

mesi di manifestazioni ed occupazioni

ultimatum quotidiani ricchi di tensioni

guerre preventive nuove colonizzazioni

 

la CIA Dottore Frankestein

da vita a nuovi mostri

Saddam hussein Osama

tormentano i posteri

la CIA gli vede armi

per sedare le rivolte

e dopo dieci anni

vogliono parte delle torte

 

il risultato già si sa

un conflitto lungo e atroce

vittime incontabili tra i

profughi senza voce

una dittatura

coperta dall’ apparenza

i magnanti rideranno

sguazzando nella potenza

 

la CIA Dottore Frankestein

da vita a nuovi mostri

Saddam hussein Osama

tormentano i posteri

la CIA gli vede armi

per sedare le rivolte

e dopo dieci anni

vogliono parte delle torte

 

 

20/03/2006

accendo la tv

20/03/2006

L’Iraq non c’è già più

Cerchiamo altro petrolio

Perché là non ce n’è più

Di quell’ingiustizia

Chi se ne ricorderà più




permalink | inviato da il 19/12/2005 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

19 dicembre 2005

Video

 



Per i mini video clicca qui.




permalink | inviato da il 19/12/2005 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (35) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6  >>   settembre